Gioco dell’Oca
21394
post-template-default,single,single-post,postid-21394,single-format-standard,stockholm-core-1.2.1,select-theme-ver-5.2.1,ajax_fade,page_not_loaded,wpb-js-composer js-comp-ver-6.1,vc_responsive

Gioco dell’Oca

Il gioco dell’oca propone un percorso a spirale in cui si procede con andamento solitamente sinistrorso. Un percorso verso un traguardo che ha il sapore di un processo iniziatico. Un percorso che con grande efficacia simbolica rappresenta le situazioni limite della vita. Un Viaggio fatto di partenze, ritorni e fermate. Un cammino a spirale che induce al raccoglimento e alla consapevolezza.

Girare in tondo banalizza l’esistenza umana così preziosa, personale e irripetibile. La spirale, al contrario, offre un’alternativa possibile ai rischi delle regressione e della dispersione evitando anche di finire in un vortice, una giostra a bordo della quale si può tornare giovani, bambini, e perché no? anche malvagi.

Siamo troppo abituati a fare viaggi avendo già in tasca il biglietto di ritorno e questa è l’unica garanzia che alla fine di un viaggio  torneremo senza essere cambiati nemmeno un po’. Non più saggi, solo un po’ più informati.

La spirale del gioco dell’oca ci può far da guida e svelare i segreti dell’arte del viaggio, quello grande che porta al ricongiungerci col nostro ‘Uno’.

Beppe Carrella

A multi-faceted information technology executive and consultant with extensive board-level commercial experience and expertise in the innovative management of large teams. with over 30 years' experience.

No Comments

Post a Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi